Vino

19 Marzo 2024

Mercato tedesco del vino in difficoltà, ma va bene ai prodotti italiani

L’aumento dei prezzi e l’inflazione sono i fattori principali che hanno determinato la diminuzione delle vendite


Mercato tedesco del vino in difficoltà, ma va bene ai prodotti italiani

Tempi bui per la Germania: al calo di vendita della birra si aggiunge ora anche quello del vino: secondo una recente analisi commissionata dal Deutsche Weininstitut (DWI) a NielsenIQ infatti, nel 2023 le vendite a volume del vino in Germania sono calate del -4% seppur l'effetto della spinta inflattiva abbia tenuto sostanzialmente stabili le vendite valore.

Nel 2023 il prezzo medio di tutti i vini sul mercato tedesco è aumentato di 19 centesimi, ovvero del 5% rispetto al 2022, attestandosi a € 4,2/litro. L’aumento dei prezzi è stato maggiore per i vini tedeschi (+31 centesimi/litro e prezzo medio di € 4,51/litro) che per i vini importati, il cui prezzo medio è incrementato di soli 11 centesimi per litro, fino a € 3,74/litro.

L’aumento dei prezzi e l’inflazione sono i fattori principali della diminuzione delle vendite. Per questi stessi motivi è diminuito nel 2023 anche il numero di famiglie che hanno acquistato vino (-4,5% vs 2022). Tuttavia tra chi ne compra non sono state rilevate variazioni nelle quantità acquistate e nemmeno nella frequenza d’acquisto. A registrare le perdite più consistenti sono stati i vini nazionali (-9%), proprio a causa del loro prezzo mediamente maggiore. Le vendite di vino importato sono diminuite del solo 1%.

La quota volume dei vini tedeschi su tutte le vendite è stata lo scorso anno del 42% (persi due punti percentuali rispetto all’anno precedente), quella valore del 47% (-1 punto percentuale). Tra i vini esteri, la quota volume di mercato più alta è ad appannaggio dei vini italiani: 17% sul totale (+2 punti percentuali vs 2022). Seguono i vini spagnoli (share invariato del 14%) e i vini francesi (share invariato del 10%).

TAG: CRISI,GERMANIA,INFLAZIONE

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

22/04/2024

I rialzi maggiori si sono registrati nel Centro e nel Sud Italia, lì dove la riduzione produttiva è stata più evidente

22/04/2024

La normativa vigente non prevede controlli sulla qualità delle acque filtrate e trattate e ciò potrebbe generare ripercussioni sanitarie

19/04/2024

I dipendenti del birrificio sardo e Legambiente saranno impegnati per tutta l’estate in giornate di pulizia nelle piazze di sette località sarde

19/04/2024

Valfrutta conferma il suo impegno per l’eccellenza e l’innovazione anche nel canale bar, continuando a rispondere alla crescente domanda di prodotti di alta qualità



Quine srl
Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Via Spadolini 7 - 20141 Milano
Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157
Copyright 2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della Protezione dei Dati: dpo@lswr.it

Top