Vino

29 Maggio 2024

Vino: il clima avverso fa calare la produzione italiana (-23%)

Secondo l'Unione Europea, la Francia tornerà a essere il primo produttore di vino nel continente


Vino: il clima avverso fa calare la produzione italiana (-23%)

Le condizioni meteorologiche avverse decreteranno per l'Unione Europea un calo della produzione di vino del 10% (circa 143 milioni di ettolitri, il dato più basso dal 2017-18). Le flessioni più significative riguardano Italia (-23%) e Spagna (-21%).

A rilevarlo è l'ultimo rapporto sulle prospettive a breve termine per i mercati agricoli dell'Ue, pubblicato dalla Commissione Europea in cui si sottolinea che il settore continua a essere influenzato da numerosi eventi al di fuori del controllo degli agricoltori, come le crisi climatiche e geopolitiche che esercitano pressioni in termini di prezzi, domanda e reddito.

Come spiega l'Ue, a determinare il "calo senza precedenti" che si osserverà in Italia sono le sempre più frequenti piogge nelle regioni dell'Italia centrale e meridionale e le conseguenti malattie fungine delle viti come la peronospora, che ha già funestato la vendemmia 2023. In virtù delle forti diminuzioni in Spagna e Italia, secondo Bruxelles la Francia tornerà a essere il primo produttore di vino in Ue. 

In merito alla produzione di olio d'oliva, la Commissione stima "una leggera ripresa" tra ottobre 2023 e settembre 2024 dopo un raccolto record lo scorso anno. Quanto ai cereali infine, si prevede che nel 2024/25 la produzione aumenterà fino a circa 278,5 milioni di tonnellate (+ 3% su base annua), principalmente grazie a rese migliori. Le importazioni tra luglio 2023 e giugno 2024 potrebbero rimanere superiori del 17% rispetto alla media quinquennale.

TAG: CRISI,PERONOSPORA,UNIONE EUROPEA

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

13/06/2024

Con una storia antichissima che affonda le radici in origini romane, nel corso dei secoli qui hanno vissuto letterati, artisti e scienziati 



Quine srl
Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Via Spadolini 7 - 20141 Milano
Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157
Copyright 2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della Protezione dei Dati: dpo@lswr.it

Top