Attualità

10 Novembre 2022

Imprese italiane, ad attenderle è un inverno difficile

Riccardo Di Stefano di Confindustria: difenderemo industria e lavoro


Imprese italiane, ad attenderle è un inverno difficile

«L'industria italiana non può morire per i partiti», ha avvertito Riccardo Di Stefano, il Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria, che dall'annuale convegno di Capri ha messo in guardia dall'«inverno difficile che ci attende, e che tra guerra, crisi energetica e costi delle materie prime, potrebbe raffreddare non solo le nostre case, ma anche il nostro percorso di crescita e di recupero».


Secondo il leader degli under 40, ci vorrà “un coraggio da leoni” per superare tutte le difficoltà che abbiamo di fronte e per questo «servono nuove energie, per far sì che questo non sia un tempo di crisi ma un'epoca di trasformazione».

Nella sua relazione, lanciando un appello alla responsabilità di tutte le forze politiche e del nuovo governo, Di Stefano ha chiesto di procedere con le riforme: fisco, concorrenza, catasto, scuola, pensioni, politiche attive. Ed ha richiamato l’attenzione sulla necessità di attuare tutto il Pnrr, «evitando che le tante emergenze costituiscano un alibi per non fare le cose».

II primo impegno di quella che chiamano Agenda Italia riguarda però la crisi energetica, e per questo occorre che la prossima legge di Bilancio, se non interverrà prima l'Europa, stanzi 40-50 miliardi di euro per fermare i prezzi ed aiutare imprese e famiglie.

Poi tagliare il costo del lavoro, investire su ricerca, sviluppo e innovazione ma anche sui giovani, la formazione e le competenze. Infine , secondo Riccardo Di Stefano c'è assoluto bisogno di affrontare la questione demografica, la popolazione sempre più vecchia e le nascite in calo, e per far questo serve puntare sulle donne, aumentando la loro partecipazione al mercato del lavoro e realizzando una efficiente rete di servizi a partire dagli asili sbloccando subito i 4,7 miliardi di progetti previsti dal Pnrr.

TAG: CONFINDUSTRIA,CRISI,IMPRESE,RICCARDO DI STEFANO,RINCARI

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

01/12/2022

Rigotti di Alleanza Cooperative: «non si intraprendano strade che rischiano di essere controproducenti»

30/11/2022

A poco meno di due mesi dall'annuncio di termine attività, arriva il dietrofront della nota catena salentina

30/11/2022

Il sito è uno dei primi al mondo a fare uso di tecnologie avanzate per la valenza ambientale



Quine srl
Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Via Spadolini 7 - 20141 Milano
Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157
Copyright 2022 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della Protezione dei Dati: dpo@lswr.it

Top