Attualità

01 Luglio 2024

Enoturismo, un settore strategico per l'Italia

A fotografare il comparto è un recente volume di Dario Stefàno e Donatella Cinelli Colombini 


Enoturismo, un settore strategico per l'Italia


L'enoturismo in Italia sta crescendo: ogni anno le cantine registrano mediamente 15 milioni di accessi ricavando il 7% del loro business. A dirlo una recente indagine Nomisma Wine Monitor su un campione di 145 comuni e 265 imprese. Tuttavia il settore vede ancora in prevalenza piccole cantine con accoglienza familiare visto che risulta complesso trovare personale formato.

A indagare in questo settore, che promette potenziali evoluzioni, è "Enoturismo 4.0 - Osservatorio Enoturismo: Evoluzione del digitale", manuale sul turismo del vino italiano, scritto a quattro mani da Dario Stefàno e Donatella Cinelli Colombini con il contributo di Le Donne del Vino, Movimento Turismo del Vino, Città del Vino e Nomisma Wine Monitor. «Nelle cantine italiane serve diversificare l'offerta, aprire nei weekend e più tecnologia» sottolineano gli autori.

Oltre a dati statistici e al commento sulla fotografia delle dinamiche di settore, 'Enoturismo 4.0' annovera approfondimenti che vogliono rappresentare dei manuali d'uso per gli uffici turistici delle Città del Vino e per le cantine aperte al pubblico. Il focus, spiegato in queste sezioni da Donatella Cinelli Colombini, è sul significato e il funzionamento del wine club e sui vantaggi di un uso coordinato dei social network e della tecnologia per ampliare i follower che ne rappresentano il principale bacino di utenza, così come per l'e-commerce proprietario.

«L'Italia è il Paese più ricco al mondo di ricchezze naturali come biodiversità e trasversalità territoriale. Ogni campanile ha il suo vino, che rappresenta un simbolo e un bene. Il vino è cultura, storia, passione. È nato con l'uomo. Il problema dell'Italia è che non facciamo sistema e questo crea problemi di comunicazione sul vino a livello internazionale. L'enoturismo non è solo economia ma divulgazione: chi viene nelle nostre aziende, diventa un nostro ambasciatore in tutto il mondo» ha commentato Riccardo Cotarella, Presidente di Assoenologi.

TAG: DONATELLA CINELLI COLOMBINI,ENOTURISMO,LE DONNE DEL VINO,RICCARDO COTARELLA

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

18/07/2024

Entrambe le referenze preservano il gusto genuino della birra ma senza ricorrere all'alcol

18/07/2024

L'operazione apre una nuova fase cruciale per l’azienda, impegnata a rafforzare la propria espansione globale



Quine srl
Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Via Spadolini 7 - 20141 Milano
Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157
Copyright 2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della Protezione dei Dati: dpo@lswr.it

Top