Vino

18 Marzo 2024

Pellegrino chiude il 2023 a quasi 20 milioni di euro e consolida la presenza nell'Horeca

A incidere sul risultato, oltre ad acquisizioni a Pantelleria, anche l'enoturismo a Marsala


Pellegrino chiude il 2023 a quasi 20 milioni di euro e consolida la presenza nell'Horeca

L'azienda siciliana Pellegrino archivia il 2023 con un fatturato pari a 19,7 milioni di euro, in crescita del +4,8% rispetto ai 18,8 milioni del 2022. Nel corso dell'anno, attraverso il progetto "Tenute Di Famiglia", Pellegrino ha consolidato la sua presenza nell'ambito dell'ospitalità e della ristorazione, accompagnando lo sviluppo del brand su piazze strategiche come Roma, Milano, la Toscana e diversi  importanti mercati esteri. Le esportazioni rappresentano il 35% del fatturato complessivo, con particolare rilevanza per i mercati del Regno Unito, Germania e Stati Uniti.

Tra le new entry in gamma piccole gemme quali Senarìa, Grillo superiore, Tanaurpi, Junco, Frappato e l'ultimo nato Capoarso, cru di Perricone che perfeziona la rosa dei single vineyards della storica Cantina siciliana. A Pantelleria è nato pure Isesi, cru di Zibibbo vinificato in secco dalle vigne della perla nera del Mediterraneo.

«Il progetto delle Tenute di Famiglia è una cartina di tornasole dei 140 anni di storia della cantina, metafora del suo passato, del suo presente e del suo futuro. Rappresenta da un lato il profondo legame con la tradizione enologica siciliana, con il suo patrimonio di varietà autoctone, dall'altro l'interesse per i vitigni internazionali che meglio si adattano a questi territori, passando attraverso progetti di sperimentazione varietale visionari, come nel caso nel Malbec. Una sfida enologica che esprime la storia, la contemporaneità e l'orientamento all'innovazione di Pellegrino» ha sottolineato Benedetto Renda, Presidente di Pellegrino. 

Il 2023 è stato anche un anno che ha marcato un importante cambio di passo dell'azienda sull'Isola di Pantelleria, con il completamento dell'acquisizione di una propria tenuta di circa 8 ettari sulle alture occidentali dell'isola, in contrada Sibà. L'azienda, il più importante produttore dell'isola di Passito e Moscato, è stata caratterizzata da impresa sociale, raccogliendo e vinificando nella sua cantina, le uve conferite da oltre 330 produttori. Dal prossimo anno produrrà anche in proprio dalle vigne di Sibà.

A fare il resto sono stati gli arrivi record di enoturisti al Pellegrino Ouverture, il polo di ospitalità realizzato a Marsala, che nel 2023 ha registrato oltre 14.000 visitatori accorsi per le cantine storiche. Tra i progetti futuri, è prevista l'apertura nel 2025 di un polo di ospitalità didattica sulla vigna pantesca - che nel 2024 compie dieci anni sotto l'egida dell'Unesco - a beneficio dei visitatori e degli appassionati presenti sull'isola, che andrà ad aggiungersi alla cantina Pellegrino, sulla strada perimetrale dell'isola, con vista sui tramonti di Pantelleria.

TAG: BENEDETTO RENDA,BILANCI,ENOTURISMO,FATTURATI,PELLEGRINO

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

22/04/2024

I rialzi maggiori si sono registrati nel Centro e nel Sud Italia, lì dove la riduzione produttiva è stata più evidente

22/04/2024

La normativa vigente non prevede controlli sulla qualità delle acque filtrate e trattate e ciò potrebbe generare ripercussioni sanitarie

19/04/2024

I dipendenti del birrificio sardo e Legambiente saranno impegnati per tutta l’estate in giornate di pulizia nelle piazze di sette località sarde

19/04/2024

Valfrutta conferma il suo impegno per l’eccellenza e l’innovazione anche nel canale bar, continuando a rispondere alla crescente domanda di prodotti di alta qualità



Quine srl
Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Via Spadolini 7 - 20141 Milano
Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157
Copyright 2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della Protezione dei Dati: dpo@lswr.it

Top